Fokker F-28

 

Il F-28 fu per l'Itavia l'aereo della transizione al jet. La compagnia fu tra l'altro uno dei clienti di lancio del modello, e un dimostratore della Fokker immatricolato PH-MOL volò per alcuni mesi con una livrea ibdrida dell'Itavia, in attesa di essere sostituito dagli esemplari di serie ordinati nuovi.

Si trattava di un aereo estremamente versatile e di moderna concezione, che consentì all'Itavia di effettuare un notevole salto di qualità nell'offerta dei suo servizi e nell'ampliamento del suo network. I primi esemplari consegnati furono dipinti con la vecchia livrea a tre fasce rosse (due piccole e una grande centrale), mentre tutti i successivi esemplari ebbero la nuova livrea o, nel caso di quelli noleggiati, delle livree ibride parzialmente realizzate sulla base di quella del proprietario originale.

L'Itavia operò complessivamente quattordici Fokker F-28, di cui cinque di proprietà. Due esemplari andarono sfortunatamente persi in altrettanti incidenti a breve distanza tra loro. Il primo in atterraggio a Torino il 1 gennaio del 1974, che provocò la morte di 38 passeggeri, e il secondo in decollo a Bergamo il 9 aprile 1975, fortunatamente conclusosi senza vittime.

 

 F-28 PH-MOL Itavia

PH-MOL

 

F-28-Mk1000, N/c 11003, progressivo di costruzione: 3. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15H da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo il 20 ottobre 1967, restando poi in carico alla Fokker come dimostratore nella campagna di lancio del velivolo. Venne assegnato all'Itavia, in attesa della consegna degli esemplari ordinati, dal 21 aprile al 3 novembre del 1969. Questo aereo operò poi per numerose compagnie, assumendo le marche LN-SUM con Braathens Safe, PH-MOL con Martinair, LTU, Alisarda, Ghana Airways, Nigeria Airways, Air Gabon e Air Anglia. Poi andò in Iran, dove venne utilizzato dalla Pars Air come EP-PBF, per tornare nuovamente in Europa come PH-MOL nel 1981 ed operare con la Air Alsace, poi Lina Congo, TAT e Air UK. Successivamente immatricolato prima F-GMOL con TAT per un secondo noleggio, poi con Air Niugini come P2-ANL, e poi ancora con TAT come F-GIMG e F-GIMH, e con la stessa registrazione con Lina Congo di nuovo. Nel 1996 venne venduto alla Air Dabia ed immatricolato come C5-ADD, per poi essere trasferito all'Air Mali come TZ-ASH e finire i suoi giorni accantonato sull'aeroporto di Bamako nel 1997 (Foto di Giorgio Adamo)

F-28 I-TIDA Itavia I-TIDA

 

F-28-Mk1000, N/c 11014, progressivo di costruzione 14. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo il 7 ottobre 1969, per essere po consegnato all'Itavia il 5 novembre successivo immatricolato come I-TIDA. L'aereo andò perso in data 9 aprile 1975 durante un decollo abortito sull'aeroporto di Bergamo (Foto di Diederik L. Vels Heijn).

 F-28 I-TIDE Itavia I-TIDE

 

F-28-Mk1000, N/c 11015, progressivo di costruzione 15. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo voloil 5 novembre 1969, venendo poi consegnato all'Itavia il 5 novembre 1969 immatricolato come I-TIDE. L'aereo andò perso in data 1 gennaio 1974 in avvicinamento all'aeroporto di Torino.

F-28 I-TIDI Itavia  I-TIDI

 

F-28-Mk1000, N/c 11991, progressivo di costruzione 991. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo l'8 aprile del 1970, e il 28 aprile dello stesso anno venne consegnato all'Itavia, immatricolato come I-TIDI. Dopo la cessazione delle attività e la liquidazione dei beni, nel maggio del 1984 venne acquistato dalla Unifly Express, per poi essere rivenduto alla North Canada Air il 23 dicembre del 1985 immatricolato come C-GTEO. Venduto nuovamente con la medesima matricola prima alla Time Air il 1 gennaio del 1988, e po alla Canadian Regional il 1 aprile del 1993, e alla Air Canada Regional il 22 novembre del 2001, che a sua volta lo trasferisce alla controllata Air Canada Jazz nell'aprile del 2002. Venne poi accantonato a Saskatoon nel novembre del 2003 (Foto di Lucio Alfieri)

F-28 I-TIDB Itavia  I-TIDB

 

F-28-Mk1000, N/c 11006, progressivo di costruzione 6. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo il 19 marzo 1969, venendo consegnato alla LTU il 3 aprile del 1969 immatricolato come D-ABAX. Venne acquistato dall'Itavia il 23 aprile del 1973, immatricolato come I-TIDB, e restò in servizio sino alla cessazione delle operazioni, pòer essere successivamente venduto alla Unifly Express il 28 settembre del 1984. Dopo un breve periodo di noleggio alla TAT dal 30 marzo del 1985, il 30 ottobre del 1986 venne venduto alla North Canada Air e immatricolato come C-GTUU, e da questa alla Time Air il 1 gennaio del 1988, e successivamente alla Canadian Regional il 1 aprile del 1993. Passò poi all'Air Canada il 22 novembre del 2001, e da questa alla Air Canada Jazz nell'aprile del 2002. Venne infine venduto prima alla Aero Continente il 25 febbraio del 2003 immatricolato come OB-1779-P, e da questa alla Nuevo Continente il 23 luglio del 2004, venendo poi successivamente accantonato a Lima (Perù) il 19 aprile del 2005 (Foto di Lucio Alfieri).

F-28 I-TIDU Itavia  I-TIDU

 

F28-Mk1000, N/c 11004, progressivo di costruzione 4. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo il 22 maggio del 1968, entrando in servizio con la LTU il 24 febbraio del 1969 immatricolato come D-ABAQ. Venduto all'Itavia il 25 aprile 1973 e reimmatricolato come I-TIDU, e rimasto in servizio sino alla fine delle attività. Venduto alla TAT nell'aprile del 1984 e reimmatricolato come F-GECK, e da questa poi noleggiato prima alla Air Littoral nel giugno del 1994 e poi il 13 gennaio del 1995 alla Delta AT. Viene infine venduto nel dicembre del 2006 alla Air Dabia e reimmatricolato come C5-ADE per essere poi radiato dal servizio e accantonato sull'aeroporto di Banjul (Gambia) nel 1998 (Foto di Lucio Alfieri).

 F-28 PH-ZBG Itavia PH-ZBG

 

F-28-Mk1000, N/c 11027, progressivo di costruzione 27. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo il 18 febbraio 1971, venendo consegnato il 25 febbraio dello stesso anno alla Aviaction immatricolato come D-AHLA. Rientrato nella disponibilità della Fokker l’11 dicembre del 1973, venne noleggiato all’Itavia dal 10 maggio del 1974 al 31 ottobre 1975, immatricolato come PH-ZBG. Successivamente noleggiato alla Pars Air l’8 marzo del 1997 immatricolato EP-PAS, e poi alla Air Alsace il 30 marzo 1978 come F-GBBX. Con la stessa immatricolazione passò poi il 2 gennaio del 1981 all’Air France, il 1 ottobre 1984 alla TAT, che lo noleggiò per brevi periodi alla Time Air, alla Palair Macedonian, alla Iran Aseman e alla Air Sicilia. Nel 1997 venne venduto alla Air Dabia, e reimmatricolato come C5-ACE, ma non preso in consegna da quest’ultima e ritornato alla TAT, che lo rivendeva nel 1998 alla Air Togo reimmatricolato come 5V-TPO.Da questa trasferito alla African Airlines come 5Y-AXH nell’aprile del 1999, ed infine di nuovo all’Air Togo nel gennaio del 2000. Accantonato a Bamako (Mali) il 27 dicembre 2002 (Foto di Lucio Alfieri).

 F-28 D-ABAN Itavia D-ABAN

 

F-28-Mk1000, N/c 11029, progressivo di costruzione 29. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo il 28 gennaio 1971, venendo consegnato alla LTU il 22 febbraio dello stesso anno immatricolato come D-ABAN. Noleggiato all’Itavia dal 3 luglio al 31 ottobre del 1974, e successivamente ceduto alla Pelita Air come PK-PJU. Da questa venduto alla Canadian Reg/Time il 6 settembre del 1995 e reimmatricolato come C-FCRW, per poi passare alla Air Canada Regional il 22 novembre del 2001, e da questa alla Air Canada Jazz nell’aprile del 2002. Accantonato nel 2003 (Foto di Lucio Alfieri).

 F-28 PH-ZAO Itavia PH-ZAO

 

F-28-Mk1000, N/c 11019, progressivo di costruzione 19. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo il 13 febbraio 1970, venendo successivamente consegnato alla Iberia il 22 maggio successivo immatricolato come EC-BVB. Venne poi riacquistato dalla Fokker e noleggiato all’Itavia dal 22 maggio del 1975 al 15 novembre 1975, immatricolato come PH-ZAO, per essere poi ceduto alla Burma Airways il 1 aprile del 1976 reimmatricolato come XY-ADU, e da questa poi trasferito alla Myanma Airways il 1 aprile 1989. Incidentato in atterraggio a Rangoon il 13 agosto del 1989, e successivamente accantonato (Foto di Elio Viroli).

 F-28 PH-ZAM Itavia PH-ZAM

 

F-28-Mk1000, N/c 11017, progressivo di costruzione 17. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo il 12 gennaio 1970, venendo successivamente consegnato alla Iberia il 23 aprile successivo immatricolato come EC-BVA. Venne poi riacquistato dalla Fokker e noleggiato all’Itavia dal 23 maggio del 1975 al 2 gennaio 1976, immatricolato come PH-ZAM, per essere poi noleggiato alla Burma Airways il 23 luglio del 1976 immatricolato come XY-ADV. Ritornato alla Fokker il 21 luglio del 1986, venne poi venduto alla Horizon Air 30 settembre del 1986 reimmatricolato come N802PH, e da questa successivamente venduto alla Aerogaucho il 24 settembre 1997 reimmatricolato come LV-WZC. Con la stessa matricola operò poi dal gennaio del 1999 con American Falcon, dall’11 giugno del 1999 con Aerolineas Argentinas, e dal 20 maggio del 2005 nuovamente con Air Falcon, per essere poi ceduto al governo argentino nel gennaio del 2006 e accantonato a Buenos Aires come sorgente per ricambi (Foto di Lucio Alfieri).

 F-28 D-AGAD Itavia D-AGAD

 

F-28-Mk1000 , N/c 11051, progressivo di costruzione 51. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo il 25 aprile 1972, venendo poi consegnato alla Germanair il 9 maggio dello stesso anno immatricolato come D-AGAD. Noleggiato dall’Itavia dal 1 febbraio 1976 al 30 marzo 1978, e quindi venduto alla TAT il 1 aprile 1978 e reimmatricolato come F-GBBR. Da questa noleggiato alla British Airways il 28 maggio 1994, alla DAT-Sabena il 18 marzo 1995, e all’Air Liberté il 26 ottobre 1997. Venduto alla Canadian Reg/Time il 7 febbraio 1998 e reimmatricolato come C-GCRN, e da questa ceduto alla NASA il 7 febbraio 2001 per effettuare un crash testing svolto nel 2004 (Foto di Lucio Alfieri).

F-28 D-AGAC Itavia  D-AGAC

 

F-28-Mk1000, N/c 11050, progressivo di costruzione 50. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo: 11 aprile 1972, venendo poi consegnato alla Germanair il 25 aprile dello stesso anno immatricolato come D-AGAC. Noleggiato all’Itavia dal 14 aprile 1976 al 6 novembre 1977, e successivamente ceduto alla TAT il 29 dicembre del 1977 immatricolato come F-GBBS. Da questa noleggiato alla Air Alpes il 7 novembre 1980, all’Air Littoral nel giugno 1994, alla DAT-Sabena il 10 agosto 1994, all’Air Liberté il 26 ottobre 1997 e poi venduto alla Canadian Reg/Time il 22 maggio 1998 e reimmatricolato come C-GYCR. Da questa venduto alla Air Canada Regional il 22 novembre 2001, e quindi trasferito alla Air Canada Jazz nell’aprile del 2002, per essere infine accantonato a Saskatoon il nel novembre del 2003 (Foto di Lucio Alfieri).

F-28 D-AGAE Itavia  D-AGAE

 

F-28-Mk1000, N/c 11052, progressivo di costruzione 52. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo il 15 maggio 1972, venendo trasferito alla Germanair il 29 maggio dello stesso anno immatricolato come D-AGAE. Noleggiato dall’Itavia dal 15 aprile del 1976 al 28 febbraio 1977, e poi alla Bavaria dal 1 al 26 marzo 1977. Noleggiato una seconda volta dall’Itavia dal 26 marzo al 26 luglio del 1977, e poi ceduto alla Par Air come EP-PBA nell’agosto del 1977. Successivamente venduto alla TAT il 30 marzo 1979 e reimmatricolato come F-GBBT, e  da questa noleggiato all’Air Littoral nel giugno del 1994, alla DAT-Sabena il 21 agosto 1995 e poi venduto alla Air Dabia il 17 agosto 1998 e reimmatricolato come C5-ADF. Successivamente venduto il 5 agosto 2002 alla Express Tours come C5-OUS, e poi alla Compania Ad Guinea Ecuatorial come C5-ADF nello stesso anno. Accantonato a Bamako (Mali) il 23 novembre 2007 (Foto di Lucio Alfieri).

 F-28 F-BUTI Itavia  F-BUTI

 

F-28-Mk1000, N/c 11034, progressivo di costruzione 34. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555-15 da 4495 Kg di spinta

 

Effettuò il primo volo l’8 giugno 1971, venendo poi consegnato alla Aviaction il 6 luglio dello stesso anno immatricolato come D-AHLC. Rientrato nella disponibilità della Fokker il 30 giugno del 1974, e reimmatricolato PH-ZBI, dopo un breve noleggio alla Nigeria Airways viene venduto alla TAT il 21 marzo 1975 e reimmatricolato come F-BUTI. Da questa viene noleggiato all’Air France il 2 novembre del 1977, all’Itavia dal 5 aprile al 31 ottobre 1978, all’Air Alpes il 1 aprile 1979, all’Air Niugini il 16 novembre 1987 (con una breve reimmatricolazione come P2-ANZ), alla DAT-Sabena il 25 marzo 1995, all’Air Sicilia il 3 dicembre 1995, e poi venduto alla Canadian Reg/Time il 4 marzo 1998, che lo reimmatricola come C-GNCR. Ceduto poi all’Air Canada Regional il 22 novembre 2001, e da questa alla Air Canada Jazz nell’aprile del 2002. Accantonato a Saskatoon il 29 novembre 2003 (Foto di Lucio Alfieri).

   

I-TIDO

 

F-28-Mk1000, N/c 11037, progressivo di costruzione 37. Propulsori: Rolls Royce Spey RB-183-2 Mk555 da 4495 Kg di spinta


Ordinato e assegnata matricola, ma ordine cancellato.