27 giugno 1980

 

Registrazione   I-TIGI
Aereo   McDonnell Douglas DC-9/15
Matricola   45724/22
Codice volo   IH 870
Luogo   Mar Tirreno meridionale
Da   Bologna
A   Palermo
Fase del volo   Crociera
Equipaggio   4 (4 deceduti)
Passeggeri   77 (77 deceduti)


Decollato alle 20:08 con diverse ore di ritardo a causa di un violento temporale, a 25 km a nord-est dell’isola di Ustica esplode in volo ad una quota di 24.000 piedi. Non sono mai state ufficialmente stabilite le cause del disastro, nonostante una lunga inchiesta e il recupero del relitto, e ancor oggi le due tesi più accreditate sono quelle dell’abbattimento per mezzo di un missile, o dell’esplosione di un ordigno a bordo dell’aereo.

 

DC-9 I-TIGI Itavia

Il DC-9/15 I-TIGI con la penultima livrea, caratterizzata dalla linea rossa continua 8che sarà poi sostituita nel 1979 con quella ricurva verso l'alto in prossimità del timone di coda). 

DC-9 I-TIGI Itavia

 

DC-9 I-TIGI Itavia

 

Il DC-9 I-TIGI era stato protagonista di un curioso incidente in data 15 novembre 1977 durante una sosta notturna a Cagliari. A causa di un fortunale, l’aereo si era “appoppato” riportando lievi danni alla parte posteriore. Il giorno dopo, rientrato senza passeggeri a Roma/Ciampino, venne preso in consegna dai tecnici e riparato con sostituzione della parte danneggiata con un kit originale della McDonnell Douglas.

L’episodio venne strumentalmente utilizzato subito dopo l’incidente del 1980, sostenendo inizialmente la possibilità di un cedimento strutturale dell’aereo, ed individuando nell’episodio di Cagliari del 1977 la possibile origine del danno.

 

DC-9 I-TIGI Itavia

 

DC-9 I-TIGI Itavia

 

DC-9 I-TIGI Itavia

 

DC-9 I-TIGI Itavia

 

DC-9 I-TIGI Itavia

 

DC-9 I-TIGI Itavia